di Lorena Melchiorre e Stefano Coretti

Si possono distinguere i salti in estensione (lungo e triplo) e quelli in elevazione (alto e asta). La caratteristica che li accomuna è il volo, cioè un tempo durante il quale l’atleta si stacca dal suolo.
Tutti i tipi di salti presentano delle fasi comuni: rincorsa, stacco, volo e atterraggio. La rincorsa serve ad accelerare il corpo dell’atleta e predisporlo allo stacco. Dal momento che è un momento fondamentale per qualsiasi salto, la rincorsa va misurata e preparata con attenzione, per esempio gli specialisti di salto in alto curano con meticolosa precisione i passi da effettuare in linea retta e quelli in curva prima dello stacco, servendosi di adesivi che fissano a terra per orientarsi meglio. La parte finale della rincorsa è costituita da una sequenza di appoggi con una importante componente ritmica. Essa è rappresentata in tutti i salti dagli ultimi tre appoggi, i quali permettono di sfruttare al meglio la forza e la velocità raggiunte. Lo stacco è l’appoggio che precede il volo, cioè il momento in cui si trasforma la corsa in salto. Se la rincorsa è stata corretta e lo stacco efficace si lascerà il terreno con la velocità e la direzione voluta. Durante il volo l’atleta compie gesti particolari, volti a superare l’ostacolo o atterrare nel migliore dei modi. L’atterraggio è una fase determinante nei salti in estensione, perché l’atleta deve mantenere il corpo in equilibrio durante il volo, per non compromettere il risultato della prestazione. Nei salti in elevazione, invece, l’atleta avrà cura di atterrare in sicurezza sul materasso.

Record

Salto in alto I record nel salto in alto sono piuttosto longevi: attualmente il record del mondo maschile è del cubano JavierSotomayor, ottenuto nel 1993 con 2,45 m, mentre quello femminile è della bulgara Stefka Kostadinova è di 2,09 m, ottenuto nel 1987.

Salto in lungo Gli attuali record mondiali sono detenuti da Mike Powell a livello maschile, con 8,95 m, ottenuto nella finale dei Campionati mondiali di Tokyo, il 30 agosto 1991 e a livello femminile da Galina Čistjakova, che saltò 7,52 m l’11 giugno 1988.

Salto triplo I Campionati del mondo di atletica leggera a Göteborg in Svezia nel 1995 hanno portato fortuna alla disciplina: a tre giorni di distanza sono stati realizzati i due primati mondiali, il 7 agosto il saltatore britannico Jonathan Edwards ha ritoccato per due volte il record prima con la misura di 18,16 m e poi con quella di 18,29 m e l'atleta ucraina Inessa Kravets il 10 agosto ha realizzato la misura di 15,50 m.

Salto con l'asta L'attuale record è stato fissato nel 2020 dallo svedese Armand Duplantis con la misura di 6,18 m. La russa YelenaIsinbayeva che ha ritoccato la misura per ben 28 volte (dal 2003 al 2009) detiene il record di 5,06 m, ottenuto a Zurigo, in Svizzera, nell’agosto 2009.