di Piergiovanni Ambretti

L’inserimento in un qualsiasi contesto sociale formato da un gruppo di persone estranee, compresa la scuola, implica l’adozione di una serie di adattamenti comportamentali, necessari per instaurare rapporti relazionali e per l’integrazione sociale. Sotto questo aspetto, per creare un’atmosfera che permetta di rompere l’iniziale atteggiamento di difesa, sono proposte attività orientate al movimento e al gioco, che creino sicurezza (fisica e mentale), interazione e conoscenza reciproca, in un clima di familiarità, per superare lo stato di blocco relazionale ed entrare nel flusso dell’apprendimento. L’esperienza del Liceo scientifico “Pietro Paleocapa” di Rovigo.